Close

Postura e controllo “emozionale”

La postura è la posizione che assume il corpo in funzione dello spazio circostante e della possibilità di muoversi in esso e, poichè il corpo reagisce con gli stessi muscoli sia per sostenere il peso fisico sia per rispondere allo stato emotivo, la postura rivela molto di noi non solo dal punto di vista fisico: essa sarà influenzata  sia da rapporti tra strutture fisiche (muscoli, ossa, tessuti..) , apparati e organi, sia dal nostro essere e dal nostro vissuto.

Posso controllare la postura “volontariamente”?

E’ molto difficile, se non impossibile, in quanto la posizione corporea  è continuamente influenzata dal sistema “emozionale” che ha sede nel cervello ed è quindi soggetta a continui stimoli e sollecitazioni.

Per quanto tenace io possa essere il controllo volontario dura quanto il tempo dell’attenzione, poi ha comunque il sopravvento l’automatismo da parte della struttura più profonda del cervello.

 

A prima vista questa informazione potrebbe essere letta come una condanna per chi ha una postura non ideale ma, riflettendoci bene, se l’emotività ha il suo peso, posso dedurre che solo un fisico adeguatamente stimolato attraverso gli organi sensoriali (tatto, vista, udito e propriocezione) avrà le risorse per migliorare la sua postura.

Una postura fisica corretta si ottiene e si mantiene solo partendo dalle risorse  sottocorticali, cioè inconsce.